Qualcuno pensa di essere meglio degli altri…verità, presunzione o ignoranza?

Molto spesso ci troviamo di fronte a delle piccole e medie aziende che si presentano sostenendo che sono dei diretti competitors dei più famosi brand internazionali del lusso!
Lo fanno senza mezzi termini, sicuri di ciò che stanno affermando, senza alcun segnale di incertezza.

A quel punto, in noi nasce l’eterno dubbio che ci affligge nel momento in cui incontriamo queste aziende:
siamo dinanzi a qualcuno che sa il fatto suo o a qualcuno che non sa quello che dice?

Facciamo un passo indietro.

Quando un’azienda si presenta, fondamentalmente presenta i suoi prodotti, la sua ultima collezione. Ti fa vedere bene dove e come produce; lo fa in maniera molto puntuale, facendo percepire chiaramente la passione che mette in ciò che fa.

Tutto ciò è molto bello e da lodare.

Poi passa agli altri aspetti dell’azienda, la gestione complessiva e poi le varie funzioni.

Questi ultimi aspetti sono poco evidenziati perché sono esternalizzati (il che non vuol dire che è negativo) ma soprattutto perché sono poco importanti per l’imprenditore.

La comunicazione? La gestisce un’agenzia
Le vendite? Le gestiscono degli agenti
L’amministrazione? La gestisce un commercialista
E così via

Attenzione non c’è niente di male in tutto ciò, anzi se strutturato bene può portare ad un efficientamento dell’organizzazione e dei costi.

Il punto è che tutto ciò costituisce l’azienda!

Quindi, nel momento in cui anche tu presenti la tua azienda devi tenere in considerazione tali aspetti.

Il prodotto viene venduto se tutte le funzioni “camminano” verso la stessa direzione e all’unisono, altrimenti sorgono problemi che possono portare alla chiusura di un’azienda.

Partendo da questo presupposto, torniamo all’affermazione iniziale di molte aziende italiane piccole e medie: il mio prodotto ha come competitor solo quelli di questo o di quell’altro brand internazionale del lusso.

Secondo te è un’affermazione corretta?
Non so per te, ma per noi assolutamente no!

E’ chiaro che il tuo prodotto è di grande qualità, è realizzato da bravissimi artigiani con l’utilizzo di materiale pregiati, ma non puoi non considerare tutto il resto.

Altrimenti la domanda nasce spontanea:

e perché la tua azienda fattura un millesimo di quanto fattura quel brand internazionale di cui tu evidenzi essere il tuo competitor diretto?

 Se sei un imprenditore che ha da poco avviato l’attività, sicuramente sei giustificato (ma attento sempre a come organizzi e gestisci la tua azienda), ma se hai avviato la tua attività da 30 anni o addirittura l’hai ereditata da tuo nonno, tuo papà, ecc. probabilmente devi porti qualche domanda.

Stai affermando qualcosa perché vuoi fare bella figura o proprio non sai che là fuori il mondo è cambiato?
Secondo la nostra esperienza l’80% delle aziende italiane medio piccole del lusso si presenta in questo modo.

Poi però la seconda affermazione, sempre di questo 80% di aziende, è che non hanno risorse finanziarie sufficienti per andare avanti!
Quindi finora cosa hanno fatto?
Hanno buttato soldi!

Certo, perché se investi tutto nel realizzare un prodotto eccezionale e poi non investi nulla nel farlo conoscere e nel posizionarlo nella mente del tuo cliente target, hai buttato i tuoi soldi e magari ti sei pure indebitato con la banca, mettendo a garanzia le case ereditate dai tuoi genitori, che le hanno comprate con grandi sacrifici e lungimiranza (o meglio se sapessero che i frutti dei loro sacrifici sono serviti a garantire un debito, forse non penserebbero al termine lungimiranza).

Potevi andarci in vacanza, ti rilassavi e non ti indebitavi! Scelta vincente..

Risultato di questo approccio?

Tante aziende muoiono in pochi anni, avendo dei prodotti meravigliosi!

Ma come è possibile?

Realizzano, sì, dei prodotti meravigliosi, ma non sono delle aziende strutturate per raggiungere degli obiettivi, perché non hanno obiettivi chiari e quindi non hanno una strategia chiara, e senza una strategia chiara non avranno e non troveranno mai le risorse per costruire una vera azienda.

Ti è chiaro?

Quindi diciamo che in generale, l’imprenditore italiano medio piccolo, fa delle affermazioni non corrette, non perché dice bugie o perché è presuntuoso (a volte lo è..) ma perché ignora una serie di aspetti che, invece, potrebbero collocare la sua azienda nelle condizioni giuste per crescere ed essere, magari un giorno, con tanta bravura ed un pò di fortuna, veramente un competitor dei grandi brand internazionali del lusso.

Se pensi di trovarti in una situazione del genere scrivi al link di seguito:

 http://www.officinedellusso.it/contatti-2/

 

MADE IN ITALY
Il "Made in Italy"
riparte
in contropiede
e va in orbita
alla grande
OFFICINE DEL LUSSO DAYS

LEARNING DAYS

Nuove tecniche
di sviluppo
Marca & Prodotti
e guida
alla lettura
psico-filosofica
del mercato
del lusso
nell'era digitale

SOCIAL DAYS

Incontri mensili
e trimestrali con
workshop a tema
riservati alle
Aziende Partner

LEISURE DAYS

Proposte esclusive
di Luxury Sailing
& International
Travelling progettate
su misura per le
Aziende Partner

ODL LUXURY OBSERVATORY

Monitoraggio dei
nuovi dati strategici
e operativi di
maggior rilevanza
emergenti nell'area
Luxury International

ODL CODICE ETICO